Lentate Olanda apertura

IN VACANZA STUDIO NEI PAESI BASSI

Dal 14 al 22 giugno cinque studenti della seconda classe di Operatore del Legno della sede ASLAM di Lentate sul Seveso (Mb) hanno trascorso una vacanza-studio nei Paesi Bassi. Accompagnati da un tutor del centro di formazione professionale sono entrati innanzitutto in contatto con l’HMC Vocational college for woodworking, furniture and interior design, istituto olandese con cui lo scorso aprile è stata stretta una partnership per scambi internazionali. Fin dal primo giorno si sono ritrovati nel cuore delle attività della scuola, partecipando agli esami dei loro “compagni” olandesi: nella prova di “leadership”, nella quale lo studente veniva valutato in base alla sua capacità di condurre il gruppo ad ottenere il risultato, gli allievi italiani, infatti, sono stati guidati dal caposquadra nella produzione di un oggetto assegnato. Molte altre attività di laboratorio si sono susseguite nel corso dei giorni successivi, grazie alle quali sono stati costruiti diversi oggetti; nel contempo i ragazzi italiani hanno avuto l’opportunità di entrare in contatto con nuove attività che hanno ampliato le loro conoscenze.

Da notare che tutte le esperienze didattiche si sono svolte in inglese. Con esse si sono incrociati anche impegni di carattere culturale: i giovani Operatori del Legno hanno visitato i luoghi più importanti di città come Amsterdam, Rotterdam, L’Aja. Imperdibile ad Amsterdam l’appuntamento con il Rijksmuseum, dove sono conservati i maggiori tesori dell’arte fiamminga nonché le principali opere di Rembrandt, e con il Van Gogh Museum. A L’Aja gli “avventurieri” di Lentate non si sono lasciati sfuggire l’occasione di seguire gli eventi in onore di Mondrian, che hanno trasformato intere parti della città nei più famosi quadri dell’artista olandese.

Si sono susseguite poi visite a importanti aziende del Paese, tra cui un’impresa storica la cui attività principale oggi è la realizzazione di arredi per gli yacht, che per la loro collocazione devono sottostare a requisiti e prestazioni eccezionali.

L’esperienza nei Paesi Bassi è stata fonte di grande arricchimento per i ragazzi, innanzitutto in termini di apprendimento, sia per quanto riguarda il lavoro che andranno a fare sia per la pratica della lingua straniera, ma anche a livello culturale: il contatto diretto con opere d’arte di importanza mondiale ha sicuramente permesso ai giovani di affinare lo sguardo e il gusto per la bellezza. Non trascurabile poi è stato l’effetto positivo dell’impatto interculturale, sia con le persone sia con spazi, come le grandi città, e abitudini di vita diversi da quelli noti.