ASLAM Cooperativa Sociale eroga, direttamente o in compartecipazione in altri soggetti, corsi di formazione superiore dedicati a quanti hanno terminato il ciclo di studi superiori conseguendo i titoli idonei per l’accesso: Diploma di Tecnico Professionale di Quarto Anno o Diploma di Maturità.

Il “Tecnico di installazioni civili ed industriali – Esperto di impianti frigoriferi ed in pompa di calore” è un profilo professionale polivalente che in virtù delle competenze specialistiche relative al settore dell’impiantistica civile ed industriale e degli impianti a fluidi termoportanti, può trovare collocazione in imprese di varia dimensione e appartenenti a settori diversi che si occupano di installazione e manutenzione di impianti termici, idraulici, di condizionamento, di apparecchiature idrosanitarie, apparecchiature alimentari e di refrigerazione. Innanzitutto, grazie allo sviluppo di competenze relative agli ambiti gestionali e della termoidraulica, il profilo professionale potrà occuparsi a pieno titolo del coordinamento delle attività di installazione degli impianti e dell’approvvigionamento dei prodotti e dei servizi propri delle aziende che si occupano di impiantistica, affiancando il Responsabile Tecnico nel monitoraggio costante di tutte le attività previste durante la fase d’installazione. Inoltre in virtù dello sviluppo di competenze specialistiche nel campo della refrigerazione sarà in grado di operare in aziende che si occupano di installazione, collaudo, manutenzione e riparazione di apparecchiature alimentari e di refrigerazione svolgendo tutte le attività relative alla posa in opera apparecchiature alimentari, di refrigerazione.

Per saperne di più

ll Tecnico per la logistica integrata ed intermodale è un esperto di logistica integrata ed intermodale che a seconda delle necessità del mercato del lavoro è in grado di lavorare in aziende manifatturiere, della media e grande distribuzione ed in aziende di trasporto e spedizione nazionale ed internazionale. Gli studenti svilupperanno competenze in diversi ambiti:

–  Logistica integrata: gestione della supply chain con programmazione e controllo del flusso e dello stoccaggio di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, e gestione dei relativi flussi informativi. Pianificazione della rete distributiva.

–  Logistica della distribuzione: coordinamento delle attività di smistamento, movimentazione e stoccaggio delle merci, gestione delle relative informazioni; pianificazione strategica del modello logistico più adatto adeguando, rispetto a tali necessità, l’efficacia e l’efficienza del processo di rifornimento delle merci.

–  Logistica intermodale: programmazione delle operazioni (tempi, modi, costi) di carico, scarico, trasporto e movimentazione merci e adempimento delle procedure doganali, assicurative e bancarie per il trasporto internazionale.

Per saperne di più

Il Tecnico Superiore per la manutenzione degli aeromobili (categoria B1.1 EASA Parte 66), è una figura professionale con le seguenti competenze in uscita:

  • Cura la manutenzione dei componenti dell’aeromobile.
  • Riconosce le caratteristiche generali degli aeromobili e dei loro sottoinsiemi.
  • Controlla e valuta l’andamento dei dati sullo stato di funzionamento degli aeromobili e l’efficacia degli interventi, adottando gli opportuni provvedimenti.
  • E’ in grado di valutare situazioni di rischio ed indicare le misure di primo intervento ai fini del loro contenimento.
  • Ha conoscenza di tutti gli strumenti tecnologici per la manutenzione.
  • Possiede una chiara visione della normativa di settore.

La figura professionale di riferimento del percorso d’istruzione tecnica superiore  è quella di un tecnico di sistemi aeronautici che può operare in diversi ambiti aziendali e in particolare nella progettazione e nel montaggio delle costruzioni aeronautiche, svolgendo attività tecnico-gestionali quali: pianificare, organizzare e monitorare le risorse necessarie alla produzione di mezzi di trasporto in conformità alle norme di riferimento; operare nell’ambito di un processo di produzione di mezzi di trasporto nel rispetto di un piano programmato di attività; organizzare e sovrintendere le attività di supporto alla produzione di mezzi di trasporto.

Il Tecnico Superiore in Supply Chain & Operations Management è in grado di inserirsi nelle funzioni strategiche intrinseche alla filiera produttiva grazie alle specifiche competenze che gli permettono di presidiare le varie attività tipiche del settore logistico.

Il percorso formativo permette agli studenti di sviluppare competenze legate agli ambiti della logistica industriale e della logistica intermodale.

Nell’ambito della logistica industriale, il profilo professionale è in grado di elaborare, coordinare e controllare gli aspetti strategici e operativi della gestione della catena di produzione, ottimizzando la gestione della fornitura e della distribuzione, dal punto di vista dei tempi, dei costi e della qualità.

Nell’ambito della logistica intermodale il profilo professionale è in grado di pianificare, organizzare, dirigere e coordinare le procedure e le risorse necessarie per la spedizione e il trasporto di merci su territorio nazionale e internazionale.

Il Tecnico Superiore Meccatronico per l’Industria 4.0 Meccanica e Aeronautica è un profilo estremamente innovativo, che nasce dalla fusione di tre figure professionali: il tecnico per l’automazione industriale, il tecnico elettronico e il tecnico informatico. Tale profilo è fortemente in linea con le competenze richieste da INDUSTRIA 4.0, poiché integra conoscenze legate all’automazione, all’IoT, alla Big Data Analysis, alla robotica industriale e all’ICT e sviluppa una serie di soft skills legate al problem solving e al team building.

La figura professionale è quella di un tecnico che applica procedure, regolamenti e tecnologie proprie per gestire, organizzare, controllare e garantire l’efficienza, il corretto funzionamento e la sicurezza dei processi di produzione.

Il Tecnico Superiore per la R&S incarna un profilo professionale con competenze innovative in grado di presidiare i processi avanzati relativi al ciclo di vita del prodotto meccanico aeronautico coerenti con Industria 4.0.Si avvale delle tecnologie di simulazione per lo sviluppo tecnico di un prodotto in ambito meccanico e aeronautico, realizza i modelli virtuali dei componenti ottimizzandoli per il processo, previa analisi di un’ampia base di dati relativi a prodotti e processi produttivi. Individua le tipologie di materiali anche avanzati e intelligenti che costituiscono il bene (sia esso una macchina o un componente) partendo dall’esame delle caratteristiche fisiche, tecnologiche e di lavorabilità degli stessi. Seleziona le tecnologie più appropriate di manufacturing avanzato, avvalendosi anche di tecniche per la fabbricazione additiva e sottrattiva per la prototipazione e l’industrializzazione del prodotto. Si occupa dello studio di innovazione tecnologica da utilizzare per migliorare i processi di sviluppo dei prodotti o crearne di nuovi.

Il Tecnico per la gestione dell’ambiente e della qualità – Esperto in CND, opera in aziende di lavorazioni meccaniche e aeronautiche, si avvale di approfondite conoscenze organizzative, normative, di standard e linee guida riconosciute, per promuovere la qualità sostanziale dell´organizzazione, la sua responsabilità sociale ed ambientale, la sua capacità di comunicare la qualità verso l´esterno. Grazie alla sua conoscenza specifica delle tecnologie per la ricerca di difetti, dei principi fisici su cui si basano le tecniche volumetriche e superficiali, delle apparecchiature nel loro stato di complessità e delle normative di settore che regolano i criteri operativo/procedurali e di accettabilità è un esperto di Controlli non distruttivi secondo la normativa ISO 9712 (settore industriale) e EN 4179 (settore aeronautico/aerospaziale)

Percorso biennale, parallelo alla formazione universitaria, fortemente orientato all’inserimento nel mondo del lavoro e rispondente al bisogno di figure di alta professionalità nell’ambito del settore Legno Arredo. Si rivolge a giovani adulti in età lavorativa in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore che desiderano specializzarsi in marketing ed internazionalizzazione di impresa per il settore Legno Arredo.

Il Tecnico Superiore per la progettazione e l’industrializzazione nel settore legno arredamento opera per la realizzazione di nuovi prodotti di design, applicando tecnologie e strumenti innovativi coerenti con i processi produttivi introdotti grazie a Industria 4.0. Trasforma la proposta progettuale in progetto esecutivo occupandosi anche di ricercare materiali e sistemi avanzati e intelligenti. Nell’esercizio della propria attività si avvale di strumenti di simulazione per realizzare lo sviluppo di modelli virtuali ed è in grado di selezionare le tecnologie più appropriate di manufacturing avanzato, fabbricazione additiva e sottrattiva per la prototipazione e l’industrializzazione del prodotto del settore legno arredo.

Il “Tecnico per la gestione del cantiere nell’edilizia in legno” è una figura che si occupa a 360 gradi della gestione di un cantiere per la costruzione di edifici, in particolare dedicandosi alla progettazione delle costruzioni in legno secondo gli sviluppi delle nuove tecnologie.