IMG_5779

APPELLO DEGLI INDUSTRIALI ALLE FAMIGLIE: “ABBIAMO BISOGNO DI TECNICI”

In questo periodo, in cui molti giovani e i loro genitori sono alle prese con la decisione del percorso di studi da scegliere dopo la terza media, è accaduto un fatto decisamente inconsueto che invita a prendere in considerazione strade e percorsi che spesso non rientrano nelle ipotesi valutate ma che riservano sorprese importanti dal punto di vista occupazionale.

Cosa è successo? Il presidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola, ha scritto alle famiglie della provincia per indicare quali sono le professionalità più richieste attualmente. Partendo dalla premessa che “qualsiasi percorso scolastico individuerete, avrete fatto una buona scelta”, il presidente però ritiene sia un dovere degli imprenditori segnalare le esigenze delle aziende. “Nel 2017 le aziende cuneesi nel loro complesso hanno manifestato l’intenzione di inserire circa 40.000 nuovi lavoratori. Di questi, il 19% sono addetti agli impianti e ai macchinari, il 18% operai specializzati, l’11% tecnici specializzati. Queste sono le persone che troveranno subito lavoro una volta terminato il periodo di studi, di cui le nostre imprese hanno estremo bisogno e che spesso faticano a reperire”.

Ecco dunque l’appello alle famiglie: “Riteniamo che la cosa più giusta da fare sia capire quali sono le figure che le nostre aziende hanno intenzione di assumere nei prossimi anni e intraprendere un percorso di studi che sbocchi in quel tipo di professionalità. Un atteggiamento che potrete definire squisitamente razionale, ma che sicuramente denota responsabilità, sia nei confronti dei nostri figli, che del benessere sociale e del nostro territorio. Ebbene, servono operai specializzati, tecnici specializzati nei servizi alle aziende, addetti agli impianti e ai macchinari. Il nostro dovere è quello di evidenziarvi questa realtà. Perché queste sono le persone che troveranno subito lavoro una volta terminato il periodo di studi”.

La situazione di Cuneo è simile a quella di molte altre zone d’Italia, tra cui anche quelle in cui opera ASLAM con i suoi corsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP): Alto Milanese, Magenta, Brianza. Nei suoi oltre 20 anni di attività ASLAM è sempre partita dalle necessità del tessuto industriale per avviare corsi capaci di creare professionalità realmente ricercate e per consentire dunque agli studenti di trovare, durante o alla fine del percorso di studi, sbocchi occupazionali concreti.

 

LEGGI LA LETTERA DI CONFINDUSTRIA CUNEO