Il docente mostra la nuova tecnica di saldatura

NUOVE MACCHINE PER IL LABORATORIO DI SALDATURA

Il laboratorio di saldatura della sede ASLAM di Magenta si è arricchito di due nuovi macchinari: le saldatrici per l’alluminio. Alle saldatrici per l’acciaio inox e al carbonio si sono aggiunti quindi ulteriori apparecchi che consentiranno agli studenti del corso di approfondire ancora di più le tecniche che stanno imparando e per arrivare a lavorare in un numero maggiore di contesti. Se infatti l’acciaio inox viene usato nel mondo alimentare, chimico e farmaceutico, e quello al carbonio nella carpenteria, con l’alluminio invece si fanno ad esempio i telai delle biciclette e in generale viene usato in tutto il mondo dell’automotive. L’aspetto più importante però è che la tecnica di saldatura dell’alluminio differisce da quella dell’acciaio: “Si utilizza un gas inerte, l’argon, perché l’alluminio è una lega leggera, per la quale non si può utilizzare l’ossigeno” spiega Stefano di Palma, il docente chiamato apposta per insegnare la nuova tecnica agli studenti. C’è bisogno quindi di un’attenzione e di una cura maggiore nel saldare l’alluminio. Sono stati gli allievi del secondo anno di Operatore meccanico Saldocarpenteria a sperimentare per primi la nuova tecnica: sotto la guida attenta del docente, Andrea, David, Loris e Thomas hanno prima assistito alla prova effettuata dal prof, dove ogni passaggio è stato spiegato con attenzione e poi mostrato attivamente, e successivamente hanno affrontato loro stessi la prima esperienza di saldatura dell’alluminio. I risultati sono stati soddisfacenti: con l’esercizio effettuato in laboratorio non potranno che migliorare nella loro formazione professionale, grazie anche alla presenza di questo nuovo mezzo.